fbpx

Programma

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Dalle 9.00 alle 17.00 • orario continuato

Programma in continuo aggiornamento

Nell’epoca della quarta rivoluzione industriale, dove tecno-ottimisti e tecno-pessimisti si scontrano sul futuro del lavoro così come lo conosciamo, il terzo settore può dimostrarsi in grado di essere competitivo, creare occupazione ed essere vincente, in un mercato basato su beni relazionali.

Il talento fa vincere le partite, ma il lavoro di squadra fa vincere i campionati (Michael Jordan) Si parla della vera sostanza di un’organizzazione nonprofit: le persone che operano per la buona causa. Retribuiti o volontari. Il team è il cuore che da energia, è la mente che fa accadere le cose. Rita Girotti, nella sua carriera ha guidato team piccoli, numerosi, nazionali e internazionali e ci racconta perché oggi più che mai, fare squadra è vincente. Sul palco, intervistati da Valerio Melandri, alcuni dei personaggi più coraggiosi del Nonprofit italiano. Nessun copione da seguire, ma un obiettivo insolito: conoscere la persona, prima ancora del professionista e scoprire che il Terzo Settore non è terzo a nessuno.

Una carrellata delle attività social più interessanti e innovative a livello nazionale e mondiale analizzate da Luca e dal suo team negli ultimi mesi. Un pozzo di creatività, genialità, ironia, da cui attingere a piene mani per farsi venire ottime idee per ottenere l’attenzione degli utenti. Particolare attenzione anche a #UnaDonazioneCon, l’iniziativa nonprofit pensata per realizzare attività ad alto impatto sociale coinvolgendo atleti, personaggi pubblici, influencer e le loro community di fans.

Retribuzioni basse, riduzione del rischio, mancata visione di lungo termine, freno a mano per marketing e adv, valutazione delle performance in base ai costi generali: queste sono solo alcune delle costrizioni a cui è sottoposto il terzo settore. Per superarle, dobbiamo trovare il coraggio di cambiare mentalità e definire un nuovo paradigma etico premiando coloro che ottengono più risultati e non coloro che spendono meno.

La fiducia è il cemento di ogni relazione che l'organizzazione nonprofit costruisce, con i donatori, i volontari, i beneficiari, ecc... Questa fiducia, oggi, è in crisi. Lo si legge tra le righe dei social network, nelle indagini di mercato, nel crollo delle donazioni. Le organizzazioni devono reagire, se vogliono sopravvivere. Massimo Coen Cagli respira nonprofit da oltre vent'anni e ha individuato alcune linee strategiche che tutte le nonprofit dovrebbero percorrere per ricostruire la fiducia verso l'intero settore.

Le organizzazioni oggi valgono per l’attenzione che hanno, non più per quello che fanno. Per fare del buon marketing è necessario costruirsi un’audience e coltivarla, mantenerla ingaggiata nel tempo e trasformarla in una potente cassa di risonanza.

L'evento sportivo può diventare un bel momento di coinvolgimento, notorietà e raccolta fondi per la tua organizzazione. La Milano Marathon ne è un esempio. Scopri come costruire un modello vincente capace di mettere insieme organizzazioni nonprofit, aziende, runner e appassionati. Un modello replicabile ed efficace perchè consolida la relazione con i volontari, ingaggia aziende amiche e nuovi prospect, raggiunge potenziali stakeholder e coltiva la relazione con i donatori. Ecco perchè nel 2019, la Milano Marathon, ha toccato il record di fondi raccolti.

I benefici del crowdfunding non si fermano ai fondi raccolti, ma permettono di aumentare la notorietà dell'organizzazione e trovare nuovi interlocutori. Per questo Rete del Dono ha sviluppato nuovi strumenti sulla sua piattaforma per la personalizzazione delle campagne, il dialogo con i donatori e l’analisi dei dati. Potrai toccare con mano tutte le novità, grazie alla demo interattiva della nuova release! 

Pensa ai “tuoi” volontari come a tutte quelle persone motivate ed appassionate che donano il proprio tempo alla causa, a qualunque livello. Ognuna di loro può contribuire alle attività di raccolta fondi donando tempo, relazioni, idee. Come si fa ad individuare, cercare e ingaggiare queste persone? Il talk ti aiuterà nel compito, con una carrellata di spunti pratici per migliorare le tecniche di peopleraising e 5 idee da applicare subito per invertire la rotta dei tuoi volontari, trasformando il "servizio" in vera "partecipazione".

Perché parlare di intermediazione quando tutto va verso la disintermediazione? Semplice! Perché esiste un mercato: una domanda e un’offerta. Ci sono risorse infruttifere: disponibilità, competenze, beni e servizi che non vengono utilizzate e quindi non producono valore per nessuno. Esistono persone che hanno voglia/bisogno di “fare qualcosa” ma non sanno come fare. Queste persone non sanno come muoversi in un settore che ha dinamiche precise e non conoscono l’esistenza di prodotti finanziari, fondi, progetti, organizzazioni terze e neutrali che garantiscano misurazioni e monitoraggio delle azioni. E poi ci sono i professionisti del nonprofit che conoscono il settore e i suoi strumenti. Se questo non è un mercato…

Il nonprofit ha bisogno di fundraiser! Perchè una cosa è certa: se le campagne di raccolta fondi falliscono non è perché non ci sono abbastanza donatori, è perché non ci sono abbastanza fundraiser! Il Master in Fundraising è la chiave per trasformare la passione per la buona causa in un lavoro, quello del fundraiser. Un percorso di crescita personale e professionale che ti mette al centro della più importante rete italiana di organizzazioni nonprofit e di un network di professionisti della raccolta fondi.

Qual è il segreto del successo di un’asta online, di una cena di gala o di una lotteria? Mettere in palio un sogno (come una cena con Ronaldo, per esempio) non basta! CharityStars lavora con queste iniziative da oltre 6 anni, ed è pronta per condividere poche ma essenziali indicazioni, perché le organizzazioni si orientino al meglio e possano attivare una campagna efficace e innovativa.

Giocare è una cosa seria: è una tecnica potente per pensare, stimolare la creatività, risolvere i problemi. Ed è proprio “giocando” che scoprirai i fondamenti del metodo e i suoi ambiti di utilizzo nella tua organizzazione. LEGO ® SERIOUS PLAY ® è perfetto in una riunione con tutto il team:  la rappresentazione e di concetti astratti con i mattoncini colorati aiuta a visualizzare il problema, a osservarlo da più punti di vista, a far emergere ciò che le persone sanno anche senza sapere di saperlo.

Il FUNDING MIX è la parola che si usa per indicare l'insieme di tutti gli strumenti utili a finanziare un progetto: bandi ma anche erogazioni a sportello, finanza d'impatto, campagne di fundraising…strumenti dialoganti e coerenti con l'obiettivo da raggiungere. Nel talk troverai idee di funding mix e tante storie di successo.

L'inclusione e l’accessibilità possono essere i nuovi motori dell'innovazione. Google sviluppa tecnologie per migliorare la vita di milioni di persone nel mondo, eppure a volte basta "iniziare da uno" per innovare e trovare una soluzione che abbia un impatto positivo su molti. L'attenzione ad un bisogno particolare e la risposta ad un'esigenza concreta ha portato a sviluppare il progetto DIVA (DIVersely Assisted - Diversamente Assistito): un piccolo dispositivo portatile che aiuta le persone a “comandare” Google Assistant senza usare la voce.

Quali sono le tessere che servono ad un’organizzazione per avviare il mosaico del fundraising? Un fundraiser che abbia competenze e passione. Un obiettivo. Un budget di investimento. Una comunicazione coinvolgente online e offline, studiata per chiedere e facilitare il dono. E ancora, un database per i donatori e un sistema di condivisione che permetta di coinvolgere tutti i membri dell’organizzazione nella diffusione delle campagne. E se non hai tutti i tasselli, Natascia ti indicherà da quali partire e come recuperare quelli che mancano.

Nell’epoca della quarta rivoluzione industriale, dove tecno-ottimisti e tecno-pessimisti si scontrano sul futuro del lavoro così come lo conosciamo, il terzo settore può dimostrarsi in grado di essere competitivo, creare occupazione ed essere vincente, in un mercato basato su beni relazionali.

Il talento fa vincere le partite, ma il lavoro di squadra fa vincere i campionati (Michael Jordan) Si parla della vera sostanza di un’organizzazione nonprofit: le persone che operano per la buona causa. Retribuiti o volontari. Il team è il cuore che da energia, è la mente che fa accadere le cose. Rita Girotti, nella sua carriera ha guidato team piccoli, numerosi, nazionali e internazionali e ci racconta perché oggi più che mai, fare squadra è vincente. Sul palco, intervistati da Valerio Melandri, alcuni dei personaggi più coraggiosi del Nonprofit italiano. Nessun copione da seguire, ma un obiettivo insolito: conoscere la persona, prima ancora del professionista e scoprire che il Terzo Settore non è terzo a nessuno.

Una carrellata delle attività social più interessanti e innovative a livello nazionale e mondiale analizzate da Luca e dal suo team negli ultimi mesi. Un pozzo di creatività, genialità, ironia, da cui attingere a piene mani per farsi venire ottime idee per ottenere l’attenzione degli utenti. Particolare attenzione anche a #UnaDonazioneCon, l’iniziativa nonprofit pensata per realizzare attività ad alto impatto sociale coinvolgendo atleti, personaggi pubblici, influencer e le loro community di fans.

Retribuzioni basse, riduzione del rischio, mancata visione di lungo termine, freno a mano per marketing e adv, valutazione delle performance in base ai costi generali: queste sono solo alcune delle costrizioni a cui è sottoposto il terzo settore. Per superarle, dobbiamo trovare il coraggio di cambiare mentalità e definire un nuovo paradigma etico premiando coloro che ottengono più risultati e non coloro che spendono meno.

La fiducia è il cemento di ogni relazione che l'organizzazione nonprofit costruisce, con i donatori, i volontari, i beneficiari, ecc... Questa fiducia, oggi, è in crisi. Lo si legge tra le righe dei social network, nelle indagini di mercato, nel crollo delle donazioni. Le organizzazioni devono reagire, se vogliono sopravvivere. Massimo Coen Cagli respira nonprofit da oltre vent'anni e ha individuato alcune linee strategiche che tutte le nonprofit dovrebbero percorrere per ricostruire la fiducia verso l'intero settore.

Le organizzazioni oggi valgono per l’attenzione che hanno, non più per quello che fanno. Per fare del buon marketing è necessario costruirsi un’audience e coltivarla, mantenerla ingaggiata nel tempo e trasformarla in una potente cassa di risonanza.

L'evento sportivo può diventare un bel momento di coinvolgimento, notorietà e raccolta fondi per la tua organizzazione. La Milano Marathon ne è un esempio. Scopri come costruire un modello vincente capace di mettere insieme organizzazioni nonprofit, aziende, runner e appassionati. Un modello replicabile ed efficace perchè consolida la relazione con i volontari, ingaggia aziende amiche e nuovi prospect, raggiunge potenziali stakeholder e coltiva la relazione con i donatori. Ecco perchè nel 2019, la Milano Marathon, ha toccato il record di fondi raccolti.

I benefici del crowdfunding non si fermano ai fondi raccolti, ma permettono di aumentare la notorietà dell'organizzazione e trovare nuovi interlocutori. Per questo Rete del Dono ha sviluppato nuovi strumenti sulla sua piattaforma per la personalizzazione delle campagne, il dialogo con i donatori e l’analisi dei dati. Potrai toccare con mano tutte le novità, grazie alla demo interattiva della nuova release! 

Pensa ai “tuoi” volontari come a tutte quelle persone motivate ed appassionate che donano il proprio tempo alla causa, a qualunque livello. Ognuna di loro può contribuire alle attività di raccolta fondi donando tempo, relazioni, idee. Come si fa ad individuare, cercare e ingaggiare queste persone? Il talk ti aiuterà nel compito, con una carrellata di spunti pratici per migliorare le tecniche di peopleraising e 5 idee da applicare subito per invertire la rotta dei tuoi volontari, trasformando il "servizio" in vera "partecipazione".

Perché parlare di intermediazione quando tutto va verso la disintermediazione? Semplice! Perché esiste un mercato: una domanda e un’offerta. Ci sono risorse infruttifere: disponibilità, competenze, beni e servizi che non vengono utilizzate e quindi non producono valore per nessuno. Esistono persone che hanno voglia/bisogno di “fare qualcosa” ma non sanno come fare. Queste persone non sanno come muoversi in un settore che ha dinamiche precise e non conoscono l’esistenza di prodotti finanziari, fondi, progetti, organizzazioni terze e neutrali che garantiscano misurazioni e monitoraggio delle azioni. E poi ci sono i professionisti del nonprofit che conoscono il settore e i suoi strumenti. Se questo non è un mercato…

Il nonprofit ha bisogno di fundraiser! Perchè una cosa è certa: se le campagne di raccolta fondi falliscono non è perché non ci sono abbastanza donatori, è perché non ci sono abbastanza fundraiser! Il Master in Fundraising è la chiave per trasformare la passione per la buona causa in un lavoro, quello del fundraiser. Un percorso di crescita personale e professionale che ti mette al centro della più importante rete italiana di organizzazioni nonprofit e di un network di professionisti della raccolta fondi.

Qual è il segreto del successo di un’asta online, di una cena di gala o di una lotteria? Mettere in palio un sogno (come una cena con Ronaldo, per esempio) non basta! CharityStars lavora con queste iniziative da oltre 6 anni, ed è pronta per condividere poche ma essenziali indicazioni, perché le organizzazioni si orientino al meglio e possano attivare una campagna efficace e innovativa.

Giocare è una cosa seria: è una tecnica potente per pensare, stimolare la creatività, risolvere i problemi. Ed è proprio “giocando” che scoprirai i fondamenti del metodo e i suoi ambiti di utilizzo nella tua organizzazione. LEGO ® SERIOUS PLAY ® è perfetto in una riunione con tutto il team:  la rappresentazione e di concetti astratti con i mattoncini colorati aiuta a visualizzare il problema, a osservarlo da più punti di vista, a far emergere ciò che le persone sanno anche senza sapere di saperlo.

Il FUNDING MIX è la parola che si usa per indicare l'insieme di tutti gli strumenti utili a finanziare un progetto: bandi ma anche erogazioni a sportello, finanza d'impatto, campagne di fundraising…strumenti dialoganti e coerenti con l'obiettivo da raggiungere. Nel talk troverai idee di funding mix e tante storie di successo.

L'inclusione e l’accessibilità possono essere i nuovi motori dell'innovazione. Google sviluppa tecnologie per migliorare la vita di milioni di persone nel mondo, eppure a volte basta "iniziare da uno" per innovare e trovare una soluzione che abbia un impatto positivo su molti. L'attenzione ad un bisogno particolare e la risposta ad un'esigenza concreta ha portato a sviluppare il progetto DIVA (DIVersely Assisted - Diversamente Assistito): un piccolo dispositivo portatile che aiuta le persone a “comandare” Google Assistant senza usare la voce.

Quali sono le tessere che servono ad un’organizzazione per avviare il mosaico del fundraising? Un fundraiser che abbia competenze e passione. Un obiettivo. Un budget di investimento. Una comunicazione coinvolgente online e offline, studiata per chiedere e facilitare il dono. E ancora, un database per i donatori e un sistema di condivisione che permetta di coinvolgere tutti i membri dell’organizzazione nella diffusione delle campagne. E se non hai tutti i tasselli, Natascia ti indicherà da quali partire e come recuperare quelli che mancano.